logo Buildlab.com

Nicholas Grimshaw in Cornovaglia

pagina 1 di 1 [ printer friendly stampa ... ]

Eden Project è uno degli esempi più significativi di recupero ambientale del mondo. E' una incredibile serra costruita in Cornovaglia, sostenuta da Tim Smit e progettata dall'architetto Nicholas Grimshaw nel 1996, ultimata nel 2001, con la collaborazione di McAlpine Joint Venture e Ove Arup Partners. Da una cava di argilla abbandonata in Cornovaglia, regione battuta da venti freddi e veloci, mitigata dalla corrente del Golfo e caratterizzata da una natura vigorosa, si è ricavato questo splendido esempio di Architettura Sostenibile dove al suo interno vengono studiati i legami tra l'uomo e la natura.

fotografia a colori vista panoramica dell'Eden Project in Cornovaglia progettato da Nicholas Grimshaw. (fonte: http://www.ngrimshaw.co.uk/)fotografia a colori vista panoramica esterna dell'Eden Project in Cornovaglia progettato da Nicholas Grimshaw. (fonte: http://www.ngrimshaw.co.uk/)

Il progetto si compone di una serie di cupole geodetiche, chiamate "Biomi", schiacciate l'una contro l'altra e affondate nella voragine alta 60 metri. L'architetto Nicholas Grimshaw dice che "Il problema era creare un edificio che si adattasse alla cava dal punto di vista ideologico e strutturale. Ho scelto un modulo universale, la sfera, perchè ha un feeling organico. Poi l'ho moltiplicata, adattandola al perimetro molto irregolare della miniera."
Vi sono due biosfere dove all'interno di quella principale, lunga 240 metri, alta 55 e larga 110, si riproduce l'habitat del clima umido Tropicale del Sudamerica, Malesia, Oceania, e nell'altra il clima Mediterraneo con climi caldi e temperati come quello californiano e sudafricano; mentre all'esterno vi sono piante che si adattano alle temperature miti della Cornovaglia. Le piante sono state scelte in base alla loro importanza nella storia dei rapporti fra l'umanità e la natura. Nonostante la temperatura e l'umidità all'interno delle biosfere sia ricreata artificialmente, le piante sono utilizzate per mantenere il clima prefissato, mentre uccelli, insetti e rettili sono stati liberati per tenere sotto controllo i parassiti delle piante.

fotografia a colori struttura metallica dell'Eden Project in Cornovaglia progettato da Nicholas Grimshaw. (fonte: http://www.ngrimshaw.co.uk/)fotografia a colori fasi di montaggio della struttura metallica dell'Eden Project in Cornovaglia progettato da Nicholas Grimshaw. (fonte: http://www.ngrimshaw.co.uk/)

Le cupole sono composte da una armatura metallica che supporta esagoni trasparenti incastrati l'uno nell'altro come in un puzzle, realizzati con un materiale plastico, l'EFT (etiltetrafluoroetilene) che pesa 100 volte meno del vetro, si autopulisce, è riciclabile e dura più di 25 anni. L'architetto racconta che "La scelta degli esagoni non è casuale perchè è una forma che si trova in natura , negli alveari e nei nidi delle termiti, e consente di costruire strutture sferiche molto forti perchè le forze si distribuiscono su tutti i lati. I pannelli però non sono piatti, ognuno si sviluppa su tre dimensioni come un palloncino a più strati, in cui l'aria viene pompata e tenuta sotto pressione per lasciare la temperatura costante dentro le biosfere. Il che è fondamentale per la sopravvivenza delle piante". Ogni componente della struttura è realizzato singolarmente attraverso una produzione meccanizzata, secondo cui il componente è tagliato e numerato ed ha una posizione unica nella struttura. La struttura di supporto è stata concepita per consentire in futuro l'eventuale sostitizione degli 831 pannelli di EFTE con materiali trasparenti innovativi, che consentano all'edificio di "respirare".

fotografia a colori degli esagoni trasparenti in copertura dell'Eden Project in Cornovaglia progettato da Nicholas Grimshaw. (fonte: http://www.ngrimshaw.co.uk/)fotografia a colori di un particolare degli esagoni trasparenti in copertura dell'Eden Project in Cornovaglia progettato da Nicholas Grimshaw. (fonte: http://www.ngrimshaw.co.uk/)

La struttura dell'intero complesso è sostenuta da una collana di fondazioni continue in cemento armato.
Per riconvertire il sito di progetto in habitat, è stato necessario riempire parte della cava esaurita da anni con un milione e mezzo di tonnellate di materiale da risulta, che era ai bordi del cratere, e poi stendere una coperta di 85 mila tonnellate di terriccio, alzando il livello del fondo di circa 20 metri. L'acqua sorgiva è stata incanalata in un serbatoio di 22 metri, da cui viene pompata e filtrata per innaffiare le piante e soddisfare i bisogni dell'uomo.
L'intento dei creatori dell'Eden Project è far capire che relazione ha l'uomo con le piante e promuovere una nuova consapevolezza di come l'uomo "usa" l'AMBIENTE.

autore: Elisa Tattoli
pubblicato il : 7-10-2001
miniatura a colori della fotografia vista panoramica dell'Eden Project in Cornovaglia progettato da Nicholas Grimshaw. (fonte: http://www.ngrimshaw.co.uk/) Un esempio significativo di recupero ambientale e di sviluppo sostenibile in Cornovaglia. Progetto dell'architetto Nicholas Grimshaw della più grande serra del mondo chiamata Eden Project.

ARTICOLI CORRELATI
miniatura a colori della fotografia di un pannello solare.(fonte: Tom Wooley, Green building handbook, Ed. Green building digest, London, 1997) Criterio della Sostenibilità [17-9-2001]
Dal "Rapporto Brundtland" del 1987 lo sviluppo sostenibile viene definito come "sviluppo capace di soddisfare i bisogni del presente senza compromettere la capacità delle future generazioni di soddisfare i loro propri bisogni".
miniatura della fotografia a colori del Laboratorio sperimentale Biosphere 2 Centre in Arizona. (fonte:http://www.bio2.edu/index.html) Un Laboratorio Sperimentale: Biosphere 2 Center [21-6-2001]
In America c'è uno dei più grandi Laboratori Sperimentali di Ecosistemi dove si studiano a larga scala fenomeni relativi a dove viviamo. Si chiama Biosphere 2 e si trova precisamente in Arizona.
miniatura della fotografia a colori notturna "vista d'insieme esterna dell'Accademia dell'Emscher Park" a Herne - Sodigen in Germania fatta dagli architetti francesi Francoise Jourda e Gilles Perraudin.(fonte: Architecture in Germany, Ed. Prestel, 2000) Accademia dell' Emscher Park, Herne - Sodigen , Arch. Francoise Jourda e Gilles Perraudin [18-6-2001]
Concorso Internazionale del 1992 per la realizzazione dell'Accademia dell'Emscher Park a Herne, vinto dagli architetti francesi Francoise Jourda e Gilles Perraudin. Edificio progettato secondo i principi dell'Architettura Bioclimatica.
miniatura della fotografia a colori stilizzata di un canguro al tramonto. Bowali Visitor Centre, Kakadu National Park, Australia, Arch. Glenn Murcutt [30-5-2001]
Centro Culturale realizzato nel Kakadu National Park dell'Australia Settentrionale (Sito Sacro Aborigeno) come ampliamento di costruzioni esistenti.

BIOGRAFIE
miniatura della fotografia a colori dell'architetto Nicholas Grimshaw in primo piano. (fonte: http://www.ngrimshaw.co.uk/) Grimshaw, Nicholas Nicholas Grimshaw é riconosciuto come una delle figure preminenti dell'architettura Britannica e divenuto al tempo stesso un rilevante riferimento a livello internazionale.

LIBRI
miniatura a colori della copertina del libro “Equilibrium. The work of Nicholas Grimshaw & partners Vol 3 ” di Pearman Hugh. (fonte: http://www.amazon.co.uk/exec/obidos/ASIN/0714839582/thearchitecturer/026-8919660-4274035) Equilibrium. The work of Nicholas Grimshaw & partners Vol 3 Pearman Hugh
Il volume esamina i lavori recenti di Nicholas Grimshaw che commenta egli stesso i 18 progetti in esso contenuti.
miniatura a colori della copertina del libro “ Architecture, Industry and Innovation: the Work of Nicholas Grimshaw & Partners 1965 - 1988 Vol2” di Colin Amery. (fonte: http://www.amazon.co.uk/) Architecture, Industry and Innovation : The Early Work of Nicholas Grimshaw & Partners Colin Amery

COLLEGAMENTI
Eden Project
Istituto botanico per la ricerca.
Nicholas Grimshaw & Partners
Sito ufficiale in inglese dello studio Nicholas Grimshaw & Partners - Architects Planners Industrial Designers.


Tutto il materiale in questo sito è copyright © Franco Ponticelli E' vietata la riproduzione anche parziale. Buildlab.com e Franco Ponticelli non sono collegati ai siti recensiti e non sono responsabili del loro contenuto. Tutti i marchi e i loghi citati sono proprietà dei rispettivi proprietari.